Loading
 
 
 
Loading
 
Fatebenefratelli: avviati Servizi spirituali e religiosi nella provincia lombardo veneta
Loading
 
25 de Mayo de 2019 / 0 Comentarios
 
Imprimir
 
 

Redazione (Samedì, 25-05-2019, Gaudium Press) Nei centri della provincia lombardo veneta sono stati avviati i Servizi di attenzione spirituale e religiosa (Sasr) dei Fatebenefratelli. Il Servizio è garantito dal cappellano e da un laico referente del Sasr che hanno l'obbiettivo di accompagnare le persone che sono assistite in base alle loro necessità religiose e spirituali, promuovendo l'umanizzazione, un valore dell'Ordine e permettendo agli operatori sanitari di attenzionare questi bisogni peculiari.

2.png

Il servizio viene svolto in collaborazione con il Centro pastorale della Provincia Lombardo Veneta e con gli operatori sanitari e i volontari sensibili all'aspetto spirituale e religioso.

Laura Zorzella, responsabile del Centro pastorale provinciale afferma che il referente laico non è un cappellano supplente ma una figura specifica formata attraverso un corso di perfezionamento post-lauream, organizzato in collaborazione con l'Università Cattolica (Umanizzazione e dimensione spirituale della cura nei contesti interculturali).

Chiaramente la "formazione" dell'operatore è continua, ed essa stessa che gli permette di avere il giusto approccio e atteggiamento nei confronti dell'ammalato, per soddisfare ed intervenire sui suoi bisogni spirituali e religiosi, tutto ciò comprende anche le altre religioni diverse da quella cattolica.

Fra Salvino Zanon, Responsabile della Provincia pastorale lombardo veneta afferma: "Relazionarsi con il senso del proprio progetto di vita, riconciliarsi con se stessi e con i propri cari, anche accettare la fase di sofferenza e la prospettiva della morte sono bisogni ricorrenti nella malattia che solo figure specificamente formate e fortemente motivate possono aiutare ad affrontare e a risolvere. Tutto questo seguendo e ricreando i gesti e gli atteggiamenti di Gesù con le persone bisognose e vulnerabili, così come fece S. Giovanni di Dio che si donò interamente al servizio dei poveri e dei malati".

Quello che ci tiene a sottolineare invece, il referente laico del Sasr è che si tratta di una figura nuova per il sistema Sanitario nazionale ma lo è anche per la Chiesa.

Il Servizio mira a prendersi integralmente cura del malato in maniera integrale sotto tutti i punti di vista della dimensione umana: sociale, spirituale, biologica e psicologica nei confronti di ogni persona che viene accolta così come sottolineato dalla Carta d'identità dell'Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio".

D'altronde questo è il modo operante di tutti i centri ospedalieri dei Fatebenefratelli. (Rita Sberna)

Loading
Fatebenefratelli: avviati Servizi spirituali e religiosi nella provincia lombardo veneta

Redazione (Samedì, 25-05-2019, Gaudium Press) Nei centri della provincia lombardo veneta sono stati avviati i Servizi di attenzione spirituale e religiosa (Sasr) dei Fatebenefratelli. Il Servizio è garantito dal cappellano e da un laico referente del Sasr che hanno l'obbiettivo di accompagnare le persone che sono assistite in base alle loro necessità religiose e spirituali, promuovendo l'umanizzazione, un valore dell'Ordine e permettendo agli operatori sanitari di attenzionare questi bisogni peculiari.

2.png

Il servizio viene svolto in collaborazione con il Centro pastorale della Provincia Lombardo Veneta e con gli operatori sanitari e i volontari sensibili all'aspetto spirituale e religioso.

Laura Zorzella, responsabile del Centro pastorale provinciale afferma che il referente laico non è un cappellano supplente ma una figura specifica formata attraverso un corso di perfezionamento post-lauream, organizzato in collaborazione con l'Università Cattolica (Umanizzazione e dimensione spirituale della cura nei contesti interculturali).

Chiaramente la "formazione" dell'operatore è continua, ed essa stessa che gli permette di avere il giusto approccio e atteggiamento nei confronti dell'ammalato, per soddisfare ed intervenire sui suoi bisogni spirituali e religiosi, tutto ciò comprende anche le altre religioni diverse da quella cattolica.

Fra Salvino Zanon, Responsabile della Provincia pastorale lombardo veneta afferma: "Relazionarsi con il senso del proprio progetto di vita, riconciliarsi con se stessi e con i propri cari, anche accettare la fase di sofferenza e la prospettiva della morte sono bisogni ricorrenti nella malattia che solo figure specificamente formate e fortemente motivate possono aiutare ad affrontare e a risolvere. Tutto questo seguendo e ricreando i gesti e gli atteggiamenti di Gesù con le persone bisognose e vulnerabili, così come fece S. Giovanni di Dio che si donò interamente al servizio dei poveri e dei malati".

Quello che ci tiene a sottolineare invece, il referente laico del Sasr è che si tratta di una figura nuova per il sistema Sanitario nazionale ma lo è anche per la Chiesa.

Il Servizio mira a prendersi integralmente cura del malato in maniera integrale sotto tutti i punti di vista della dimensione umana: sociale, spirituale, biologica e psicologica nei confronti di ogni persona che viene accolta così come sottolineato dalla Carta d'identità dell'Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio".

D'altronde questo è il modo operante di tutti i centri ospedalieri dei Fatebenefratelli. (Rita Sberna)


 

Deja un comentario
Su dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *



 
Loading
PublicidadGaudiumPressEsHomeRight
Loading

"Definimos hedonismo como la idea -más o menos bruta, más o menos consciente- de que la felicidad ...
 
Il 10 maggio si è aperta la fase diocesana nell’Aula della Conciliazione del Palazzo Lateranense, ...
 
Reproducimos la homilía proferida por Mons. Georg Gänswein, prefecto de la Casa Pontificia, en la ...
 
Desde este 26 de junio hasta el día 29 se desarrollan en Roma las Jornadas Internacionales de Edito ...
 
En la mañana de este miércoles, durante la Audiencia General, el Papa Francisco estuvo en la Plaza ...
 
Loading


Lo que se está twitteando sobre

Loading


 
 

Loading

Loading