Loading
 
 
 
Loading
 
Sentirsi spiritualmente aridi? Niente paura!
Loading
 
4 de Abril de 2019 / 0 Comentarios
 
Imprimir
 
 

Redazione (Giovedì, 04-04-2019, Gaudium Press) Sarà capitato a tutti di sperimentare un periodo di aridità nel cuore, nella preghiera, nel nostro rapporto personale con Dio. Quel Dio che tanto ci è sembrato vicino, improvvisamente ci sembra lontano e distante o addirittura assente.

Non riusciamo a sentirci immersi nella preghiera e nelle letture da meditare ... tutto sembra arso di aridità.

Ma quando si vivono questi momenti l'unica cosa da non fare è quella di scoraggiarsi e arrendersi, bensì bisogna attuare delle strategie che ci aiutino a ristabilire il nostro rapporto con Dio combattendo quell'aridità che ci accompagna in certi periodi.

4.jpg

D'altronde Madre Teresa di Calcutta ha sperimentato il silenzio di Dio e una sorta di assenza, per ben trent'anni.

Ogni persona è diversa dall'altra, ed essendo diversi cambia anche il modo di affrontare l'aridità spirituale. C'è chi si accanisce recitando preghiere ma non riuscendo a trovare la concentrazione e il giusto contatto spirituale, rischia di stressare lo spirito ancora di più, anche perché l'aridità può avere vari livelli d'intensità e a volte può anche precedere una sorta di maturità nella fede.

Nei periodi di aridità la prima cosa che viene attaccata in particolar modo è la preghiera. Non si riesce a pregare, lo si fa distrattamente, senza enfasi e senza carica. Ci si sente sfaticati. La cosa migliore è di fare poche preghiere ma sforzarsi di farle col cuore. Un Padre Nostro o un Ave Maria recitate lentamente, scandendo parola per parola, possono aiutarci a vincere l'aridità che è subentrata nel nostro cuore.

Ricordiamoci che ciò che conta è la qualità non la quantità. Dio non conta i numeri delle tue preghiere ma sente come sono recitate e in che modo l'anima le recita.

La cosa fondamentale è farsi aiutare nel periodo di aridità, magari facendo un colloquio con un sacerdote o con la propria guida spirituale. Parlare e chiedere aiuto è già un passo verso la vittoria.

Abbiamo bisogno del sostegno degli altri e solo lasciandoci aiutare riusciremo a risolvere il problema.

Il periodo di apatia e di lotta, diversamente da come si pensi, non è un periodo di fallimento ma di maturazione nella fede e per il proprio cammino di cristianità.

Dopo tutto le più belle oasi si trovano nel deserto, dobbiamo imparare a rapportarci con l'aridità spirituale nel miglior modo possibile, se impariamo questo allora supereremo tale periodo con molta più facilità e padronanza di se stessi.

Esodo 14:14: "Il Signore combatterà per voi, e voi starete tranquilli". (Rita Sberna)

 

Loading
Sentirsi spiritualmente aridi? Niente paura!

Redazione (Giovedì, 04-04-2019, Gaudium Press) Sarà capitato a tutti di sperimentare un periodo di aridità nel cuore, nella preghiera, nel nostro rapporto personale con Dio. Quel Dio che tanto ci è sembrato vicino, improvvisamente ci sembra lontano e distante o addirittura assente.

Non riusciamo a sentirci immersi nella preghiera e nelle letture da meditare ... tutto sembra arso di aridità.

Ma quando si vivono questi momenti l'unica cosa da non fare è quella di scoraggiarsi e arrendersi, bensì bisogna attuare delle strategie che ci aiutino a ristabilire il nostro rapporto con Dio combattendo quell'aridità che ci accompagna in certi periodi.

4.jpg

D'altronde Madre Teresa di Calcutta ha sperimentato il silenzio di Dio e una sorta di assenza, per ben trent'anni.

Ogni persona è diversa dall'altra, ed essendo diversi cambia anche il modo di affrontare l'aridità spirituale. C'è chi si accanisce recitando preghiere ma non riuscendo a trovare la concentrazione e il giusto contatto spirituale, rischia di stressare lo spirito ancora di più, anche perché l'aridità può avere vari livelli d'intensità e a volte può anche precedere una sorta di maturità nella fede.

Nei periodi di aridità la prima cosa che viene attaccata in particolar modo è la preghiera. Non si riesce a pregare, lo si fa distrattamente, senza enfasi e senza carica. Ci si sente sfaticati. La cosa migliore è di fare poche preghiere ma sforzarsi di farle col cuore. Un Padre Nostro o un Ave Maria recitate lentamente, scandendo parola per parola, possono aiutarci a vincere l'aridità che è subentrata nel nostro cuore.

Ricordiamoci che ciò che conta è la qualità non la quantità. Dio non conta i numeri delle tue preghiere ma sente come sono recitate e in che modo l'anima le recita.

La cosa fondamentale è farsi aiutare nel periodo di aridità, magari facendo un colloquio con un sacerdote o con la propria guida spirituale. Parlare e chiedere aiuto è già un passo verso la vittoria.

Abbiamo bisogno del sostegno degli altri e solo lasciandoci aiutare riusciremo a risolvere il problema.

Il periodo di apatia e di lotta, diversamente da come si pensi, non è un periodo di fallimento ma di maturazione nella fede e per il proprio cammino di cristianità.

Dopo tutto le più belle oasi si trovano nel deserto, dobbiamo imparare a rapportarci con l'aridità spirituale nel miglior modo possibile, se impariamo questo allora supereremo tale periodo con molta più facilità e padronanza di se stessi.

Esodo 14:14: "Il Signore combatterà per voi, e voi starete tranquilli". (Rita Sberna)

 

Contenido publicado en es.gaudiumpress.org, en el enlace http://es.gaudiumpress.org/content/102321-Sentirsi-spiritualmente-aridi--Niente-paura-. Se autoriza su publicación desde que cite la fuente.



 

Deja un comentario
Su dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *



 
Loading
PublicidadGaudiumPressEsHomeRight
Loading

Más de 200 muertos y 400 heridos es el saldo de la más reciente expresión de violencia anticristi ...
 
Los 120 Mártires canonizados por San Juan Pablo II son el nuevo objetivo de la lucha del régimen c ...
 
Los nuevos miembros de la Iglesia deben asociarse a la misión evangelizadora de la Iglesia. ...
 
Ayer, en la Misa de la Resurrección del Señor, el Pontífice se dirigió a los feligreses que ocup ...
 
Los 294 catecúmenos estaban así distribuidos: 154 son de la capital Phnom Penh, 80 son de la ciuda ...
 
Loading


Lo que se está twitteando sobre

Loading


 
 

Loading

Loading